Quando l'America chiuse le frontiere agli italiani

«Gli Italo-Americani che sostengono la linea del presidente Trump di tenere Musulmani e Messicani fuori degli USA dovrebbero guardare dentro la loro storia, e nel profondo del loro cuore».
Fa una certa impressione leggere questa affermazione forte e sicuramente non politically-correct sulle pagine dell’autorevole New York Times. L’ha scritta qualche giorno fa, in un articolo dal titolo “When America barred Italians”, Helene Stapinski, una giornalista di origine italiana, i cui bisnonni partirono nel 1892 da Bernalda, in provincia di Matera.

A cento anni dalla nascita di Decio Scardaccione, lo "zio" che cambiò la politica in Basilicata

Ci sono parole che l’antica cultura contadina usa con particolare attenzione, e che hanno la forza di svelarci con un solo termine un mondo di rapporti e di sentimenti. Una di queste parole è certamente “Zio”. Tre lettere che indicano familiarità e rispetto, soggezione e solidarietà, condivisione e affetto.

Ricordato a New York Vito Marcantonio, un leader di sinistra nell'America della guerra fredda

Si sono dati appuntamento nel pomeriggio di domenica 28 agosto a New York sulla Broadway nella zona sud di Manhattan, davanti al parco della City Hall, proprio nel punto in cui, colpito da un improvviso malore, morì in un piovoso pomeriggio dell’agosto del 1954, Vito Marcantonio, l’indimenticato leader politico radicale di origini lucane.

Pagine

Abbonamento a Renato Cantore RSS

Vai ai video

Renato Cantore su YouTube

Guarda Su Youtube